Il Gangster non accetta regole e obbedisce solo a quelle di Al Capone.

Non ostentate amici altolocati.

Non si strilla, né si grida, né si urla. In generale no ai comportamenti rumorosi.

Gli uomini sono pregati di togliere il cappello. Il locale è provvisto di ganci.

È vietato soffermarsi a lungo davanti all’ingresso principale.

Qui si fumano solo sigari cubani.

Il barman ha sempre ragione.

Rispetta la Pupa di Al Capone, e niente fantasie erotiche su di lei.

Parla piano e bevi forte.

Non facciamo credito e se lo facessimo potreste immaginare gli interessi e i metodi di riscossione… per cui non chiederlo.
Niente grana, niente bicchierino.

Lascia ferri, coltelli e manganelli fuori dalla porta.

Nel caso di un’irruzione degli sbirri, butta giù il bicchiere in fretta e ricordati che stavi bevendo Coca Cola.

Le risse non sono tollerate all’interno della Gang ma solo contro le altre Gang.

Gli sbronzi saranno cacciati; se non reggi l’alcol non puoi fare il Gangster.

Ladruncoli, truffatori, bari: lasciate il lavoro a casa.

Qui non c’è trippa per gatti ma solo pallottole in fronte.

Lascia in pace le donne degli altri, almeno fino a quando non diventano tue.

Puoi portare via l’alcol, ma ricordati di non farti beccare e se gli sbirri ti beccano lo hai trovato per strada.